Il 2021 inizia alla grande con Diebolt-Vallois!

Il 2021 inizia alla grande con Diebolt-Vallois!

4 Gennaio 2021 Alberto Lupetti www.lemiebollicine.com

Veniamo al Fleur de Passion. Se guardiamo alla gamma dei grandi vigneron della Champagne, notiamo un aspetto singolare: manca la cuvée de prestige. Non la fanno Anselme Selosse, Erick De Sousa, Pascal Agrapart, Olivier Bonville, Francis Egly, Jean-Baptiste Geoffroy, Fabrice Pouillon, Eric Taillet, Jérôme Prevost, Laurent Champs, neanche i fratelli Gimonnet, Alexandre Chartogne, Fabrice Gass e tanti altri.

Per carità, tutti costoro fanno degli eccellenti champagne, in alcuni casi anche mitici, ma nessuno di questi è classificabile come cuvée de prestige in senso stretto. Pertanto, si tratterebbe di una tipologia appannaggio esclusivo delle maison, che peraltro l’hanno creata. Invece, una cuvée de prestige di un vigneron esiste: il Fleur de Passion di Diebolt-Vallois

Mi è sempre piaciuto questo produttore di Cramant (tecnicamente è classificato NM, ma sono sempre più i vigneron con tale classificazione senza che ne sia inficiata la loro natura…), ma devo ammettere che, avendolo frequentato con una certa assiduità negli ultimi 3-4 anni, alla fine me ne sono innamorato.